Approfondimento, il regime fiscale dei fondi d’investimento

Castello Giuseppe ex funzionario agenzia entrate approfondisce il regime fiscale dei fondi d’investimento

Premesso che sono redditi di capitale i proventi derivanti dalla partecipazione a organismi d’investimento , collettivo del risparmio.

Come sostiene il dott. Giuseppe Castello ex funzionario dell’agenzia delle entrate, i proventi in esame sono quelli che derivano dagli organismi di investimento collettivo, che siano fondi comuni d’investimento, sicav (cioè organismi d’investimento collettivo aventi aventi altre forme giuridiche quali unit trust, partnership ecc.) con residenza o non in italia.

Da un lato i fondi comuni d’investimento sono un patrimonio autonomo, suddiviso in quote, di pertinenza di una pluralità di partecipanti, gestito in monte.

Dall’altro le sicav sono società per azioni a capitale variabile avente ad oggetto esclusivo l’investimento collettivo del patrimonio raccolto mediante l’offerta del pubblico di proprie azioni.

Come analizza il dott. Castello Giuseppe ex funzionario dell’agenzia delle entrate, i proventi derivanti dalla partecipazione a fondi comuni d’investimento mobiliare, sicav e i c.d. fondi lussemburghesi storici (che sono assimilati a quelli italiani) hanno un regime fiscale uniforme.

Gli utili derivanti dalla partecipazione si considerano conseguiti quando sono percepite delle somme e dei beni – a titolo di distribuzione di utili in costanza del rapporto di partecipazione all’oicvm, – a seguito di riscatto delle quote o azioni o di liquidazione dell’oicvm, – in sede di cessione delle quote o azioni. Le somme o il valore normale dei beni percepiti costituiscono reddito di capitale per la parte corrispondente all’incremento di valore delle quote o azioni maturato per effetto della gestione durante il periodo del loro possesso, così come rilevato dai prospetti periodici dell’oicvm.

In sostanza costituisce reddito di capitale la parte dell’ammontare percepito corrispondente alla differenza positiva tra: l’incremento del valore delle azioni o quote rilevato alla data della distribuzione, riscatto o liquidazione o cessione e l’incremento di valore delle azioni o quote rilevato alla data di sottoscrizione o acquisto.

Related Posts